Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. 

Registro Eredità Immateriali

N. Prog.
9
Bene
Presepe Vivente
Libro
REI - Libro delle espressioni
Data approvazione
25-01-2006
Categoria
Rappresentazione/Spettacolo
Provincia
Caltanissetta
Località
Rabato
Comune
Sutera
Denominazione locale

Presepe vivente di Sutera

Notizie Cronologiche

La prima edizione del Presepe Vivente di Sutera è del 1999.

Ricorrenza
annuale
Data
25 dicembre - 6 gennaio
Occasione
Festività natalizie
Funzione
Celebrativa/Devozionale
Attori

Bambino Gesù, Maria, Giuseppe, i Re Magi, i pastori, i musicisti, gli artigiani tradizionali

Partecipanti
Membri della comunità locale
Descrizione

Messo in scena in tempi recenti per iniziativa della comunità locale, il presepe di Sutera si presenta in forma di tableaux vivants, ospitati presso le case e le botteghe del quartiere del Rabato, nucleo storico del paese ai piedi del Monte S. Paolino. Oltre a rappresentare i momenti principali della Notte Santa - la Natività con i pastori, i Re Magi e le altre figure ricorrenti del repertorio natalizio - gli abitanti di Sutera, che partecipano in gran numero alla rappresentazione, mostrano in oltre 40 “quadri”, accompagnati da nenie e canti intonati da un coro di Cantori o dal cantastorie locale Nonò Salamone (omonimo di quel Francesco Salamone, cavaliere suterese, che si distinse nella disfida di Barletta nel 1503), momenti della vita della comunità rappresentati, in primo luogo, dai mestieri tradizionali: u scarparu (il calzolaio), u canalaru (il fabbricante di coppi), lu conzapiatta (colui che ripara il vasellame), lu issaru (il gessaio) che frantuma il gesso per mezzo di un torchio mosso da un asino, la pastara (la pastaia), la lavannara (la lavandaia), la tissitrici (la tessitrice) e molti altri. Abiti e attrezzi sono originali o ricostruiti con accuratezza filologica, sostenuta dal lavoro di ricerca del Museo Etnoantropologico locale (M.E.S.), inaugurato nel 2013.

Bibliografia
Sitografia

Il Presepe vivente di Sutera. Pagina dedicata alla manifestazione, a cura dell'associazione Kamikos: http://www.presepeviventesutera.it/

Filmografia
Discografia
Note

Il Presepe vivente è uno dei pilastri del un vivace rilancio turistico di Sutera, sancito dalla Bandiera Arancione assegnata nel 2002 dal Touring Club Italiano.

I Borghi più belli d'Italia su Wikipedia

Autore Scheda
Masi Ribaudo